STORE LOCATOR
Cerca un negozio vicino a te!
VAI ALLO STORE LOCATOR
STORE LOCATOR
STORE LOCATOR
Trova il negozio più vicino a te!
  • Geolocalizza la tua posizione
  • Cerca una città
  • Consulta la mappa interattiva
Inserire una città
CERCA
%title%
%address%
tel: %phone%
I NEGOZI PIÙ VICINI:
TUTTI I RISULTATI

Acqua, la nostra responsabilità per il nuovo millennio

L’acqua è vita, il nostro pianeta è composto da acqua e il nostro stesso corpo è fatto mediamente per il 70% di acqua.

50 litri sono la quantità minima di acqua al giorno che secondo l’OSM è in grado di soddisfare i bisogni vitali e consentire condizioni di vita accettabili.

Se c’è una discriminante chiara ed evidente che determina le differenze mondiali in termini di qualità della vita, quella è sicuramente la disponibilità di acqua pro capite.

In un’era in cui la tecnologia raggiunge ogni angolo della terra, anche i villaggi più remoti, ancora 2,2 miliardi di persone vivono in zone dove non è presente un acquedotto.

Unicef ci racconta anche che 4,2 miliardi di persone non dispongono di servizi igienici e per 3 miliardi di esseri umani è un lusso potersi lavare le mani.

L’Italia è al primo posto in Europa per il consumo di acqua pro-capite con ben 428 litri a testa. Ma l’acqua non è solo quella che vediamo scorrere dal rubinetto o versiamo nel bicchiere.

L’acqua è nel cibo, in tutti i prodotti che abitualmente consumiamo e nei processi produttivi per realizzarli.

Per produrre 1 kg di verdura, per esempio, servono 320 litri di acqua, per la stessa quantità di cereali ce ne vogliono 1.644 litri e un chilo di manzo ne assorbe ben 15.415!

In questi termini il consumo pro capite in Europa arriva addirittura a 5000 litri al giorno!

È sicuramente indispensabile un’inversione di rotta a livello globale ma anche nella vita di tutti i giorni dove la tendenza a sprecare l’acqua è molto radicata.

È nostra responsabilità cambiare alcuni comportamenti quotidiani ponendo maggiore attenzione a ridurre inutili sprechi attraverso semplici comportamenti virtuosi come montare un economizzatore idrico sui rubinetti o preferire la doccia al bagno.

Risparmiare l’acqua è un dovere comune e con un po’ di impegno tutti possiamo fare qualcosa.

Upcycling Acqua:

Wwf sceglie “l’acqua del sindaco”

Vediamo quali sono i motivi per cui WWf consiglia di bere l’acqua del rubinetto:

  • Il risparmio è garantito. L’acqua del rubinetto costa dalle 500 alle 1.000 volte in meno dell’acqua in bottiglia!
  • È più sicura. I limiti di concentrazione ammessi per alcune sostanze (per esempio l’arsenico) sono più severi per le acque potabili rispetto alle acque minerali.
  • È a Km zero. L’acqua minerale proviene spesso da zone molto lontane dal luogo di acquisto con un conseguente impatto ambientale dovuto al trasporto.
  • Non si producono rifiuti. Gli imballaggi e le bottiglie devono essere smaltite, con l’acqua del rubinetto usi solo il bicchiere
  • E’ più fresca. L’acqua del rubinetto è appena “spillata”, l’acqua in bottiglia può essere consumata anche dopo anni.

Torna all’articolo introduttivo e scopri tutti i materiali re-use del 2020

Calendario 2020

Per poter usufruire di tutte le funzionalità del sito è necessario consentire la geolocalizzazione. X