STORE LOCATOR
Cerca un negozio vicino a te!
VAI ALLO STORE LOCATOR
STORE LOCATOR
STORE LOCATOR
Trova il negozio più vicino a te!
  • Geolocalizza la tua posizione
  • Cerca una città
  • Consulta la mappa interattiva
Inserire una città
CERCA
%title%
%address%
tel: %phone%
I NEGOZI PIÙ VICINI:
TUTTI I RISULTATI

Il colore giusto per una presentazione aziendale

Può il colore influenzare la prima impressione dell’audience durante una presentazione? La risposta è sì ed esiste una teoria che può spiegare questo fenomeno.

In ambito lavorativo capita molto spesso di dover creare una presentazione in PowerPoint per mostrare un progetto o introdurre un argomento in un’importante riunione. Il contenuto è di certo il primo aspetto da curare e la scelta del giusto template è al secondo posto nella scala delle priorità (a tal proposito vedi “Come realizzare una presentazione efficace“).

Un terzo aspetto importante, che purtroppo viene molto spesso sottovalutato, è la scelta del giusto colore. Se questi non sono imposti dalla comunicazione interna aziendale, l’utilizzo di determinate cromie può aiutare a trasmettere meglio il messaggio, a entrare in contatto con l’interlocutore o, se utilizzate in modo improprio, può mandare un segnale discordante rispetto al contenuto. Ecco perché avere delle basi di teoria del colore risulta fondamentale per poter accostare le giuste tonalità a un contenuto vincente.

La teoria del colore

I colori sono uno strumento potente che amplifica l’emozione e il comportamento umano verso la comprensione, l’apprendimento e la leggibilità di un determinato argomento.

Il subconscio si crea un’idea positiva o negativa nei primi 90 secondi e tra il 62% ed il 90% dei casi questa percezione è fortemente influenzata dal colore. Ecco perché il sapiente uso di questo elemento ci aiuta a fare una buona impressione.

Saper utilizzare scientemente il colore è utile in quanto:

  • aumenta la memoria: ricordiamo più facilmente informazioni legate a testi/disegni colorati
  • cattura l’attenzione: le pubblicità colorate sono lette il 42% in più rispetto a quelle in bianco e nero
  • migliora l’informazione: il colore aumenta la leggibilità del 40%, l’apprendimento del 55%, la comprensione del 73%
  • influenza il comportamento dell’interlocutore: in base alla sensazione provata alla vista di un colore, le persone tendono a reagire inconsciamente di conseguenza.

 

Quindi quale colore scegliere per una presentazione?

I colori trasmettono segnali differenti e intervengono nella fase di creazione di un’opinione. Di seguito illustriamo il significato emotivo di ogni colore e quando sia meglio utilizzare uno o l’altro.

I colori si dividono in tre macro categorie: caldi, freddi e neutri.

Tra i colori caldi troviamo il Rosso, usato principalmente per richiamare l’attenzione e per i concetti di forte impatto. È il colore ideale per trasmettere amore, passione, ma anche aggressività e pericolo.

Sempre tra i caldi annoveriamo l’Arancione, ideale per rendere visibili concetti in maniera positiva. Ideale per associazioni con il cibo. Trasmette vitalità, ottimismo, allegria e stimola, appunto, l’appetito.

Un colore caldo e solare è il Giallo, utilizzato per attirare l’attenzione e per trasmettere ottimismo. È un colore che facilmente troviamo associato a materiale di comunicazione per bambini, trasmette felicità e allegria.

Tra i colori freddi, invece, troviamo il Verde, utilizzato per trasmettere concetti vicini alla natura e all’eco-sostenibilità. È un colore che richiama i concetti di tranquillità, benessere e natura, appunto.

Un altro colore freddo per eccellenza è il Blu. Questo colore trasmette stabilità, affidabilità, onestà ed è ideale per presentazioni ufficiali che vogliono infondere un senso di sicurezza.

Infine, terzo colore freddo è il Viola, il colore legato al settore lusso e alla cura di sé. È un colore che porta con la mente al concetto di eleganza, nobiltà, ma è un colore anche legato all’introspezione e alla spiritualità. Ottimo se abbinato a concetti valoriali legati a un dato progetto.

Il Bianco è il colore della semplicità, purezza e viene usato molto spesso quando si vogliono trasmettere concetti “asettici” e, per l’appunto, neutri.

Il Nero è un altro colore spesso associato ai beni di lusso, quindi l’uso di questo colore nelle presentazioni risulta elegante e formale, soprattutto se abbinato al bianco.

Il Grigio è perfetto per esprimere concetti legati al “tech”, in quanto trasmette classe e modernità. L’uso eccessivo di questo colore nelle presentazioni, però, può infondere tristezza e mandare una sensazione di monotonia del contenuto.

Il Marrone è un altro colore facilmente abbinato alla natura, in quanto ricorda il colore naturale della terra. Ideale per trasmettere calore e affidabilità.

Dalla teoria alla pratica

Mettere in pratica questa teoria, scegliendo la giusta combinazione di colori per la tua prossima presentazione, a questi punto può sembrare semplice e scontato, ma non lo è.

Infatti, è molto importante prestare attenzione al gusto personale, alle esperienze e al contesto in cui viene effettuata la presentazione, fattori che possono alterare l’effetto che la visione di un certo colore ha su chi ascolta.

È bene quindi utilizzare queste basi teoriche consapevoli che possono aiutarci nel comunicare al meglio un concetto, senza però generalizzare o semplificare.

Fonti:
L. Ferrara, D. Mazza e A. Fontanella , “La teoria dei colori e il visual design”, Ninja Accademy, 30/11/2011
“Why colors metter”, https://www.colorcom.com/research/why-color-matters, 15/07/2020
White, Jan V., “Color for Impact”, Strathmoor Press, April, 1997
Johnson, Virginia, “The Power of Color”, Successful Meetings, June 1992, Vol 41, No. 7, pp. 87, 90


Se ti è piaciuto l’articolo, potresti anche essere interessato a:

 

Come realizzare una presentazione efficace

Quali colori scegliere per l’autunno

 

Per poter usufruire di tutte le funzionalità del sito è necessario consentire la geolocalizzazione. X